Foto alla ISS sul Sole: basta una bridge superzoom! - RECENSIONI+POST☆ - PhotoGear4Fun: Quando la fotografia è DIVERTIMENTO!

PhotoGear4Fun
EN bandiera
IT bandiera
PhotoGear4Fun
Vai ai contenuti

Foto alla ISS sul Sole: basta una bridge superzoom!

PhotoGear4Fun: Quando la fotografia è DIVERTIMENTO!
Pubblicato da in Post ·
Tags: ISS transito SoleNikon Coolpix P900Nikonbridge superzoom
freccia indietro
                                  
 

Foto alla ISS sul Sole: basta una bridge superzoom!

Transito dell’ISS sul Sole ottenuto con Nikon Coolpix P900
[Transito dell’ISS sul Sole ottenuto con Nikon Coolpix P900]

Ciao e grazie di essere qua! Questo è il mio primo post su PhotoGear4Fun e vorrei iniziare con qualcosa di curioso.

ISS ossia la International Space Station! Immagino che ne avrai già sentito parlare, se non altro da qualche TG quando uno dei nostri astronauti va su. Per maggiori e più dettagliate informazioni trovi tutto su Wikipedia, a noi basta sapere che è la singola struttura creata dall’uomo più grande presente nello spazio e come tale può essere non solo osservata, ma anche fotografata e filmata! :D
 
Pertanto cosa aspettiamo? Iniziamo!

STEP 0: Sicurezza degli occhi!

L'osservazione solare è pericolosa. NON GUARDARE MAI IL SOLE DIRETTAMENTE, soprattutto se usi un qualche tipo di strumento ottico e senza un filtraggio appropriato e affidabile. OSSERVARE IL SOLE SENZA PROTEZIONE PER GLI OCCHI PORTA SEMPRE UN GRAVE DANNO PER GLI OCCHI FINO ALLA COMPLETA PERDITA DELLA VISTA. PERTANTO ATTENZIONE! Per ridurre il rischio, se non quello per il sensore della tua fotocamera se compirai un’osservazione del Sole errata, guarda solo tramite display o tramite mirino elettronico!

STEP 1: Dove e quando osservare il transito dell’ISS sul Sole?

Per ottenere un buon risultato serve prima di tutto un’ottima pianificazione. Questo concetto vale sempre, ma qui è essenziale. Infatti nel migliore dei casi il transito dell’ISS sul sole dura al massimo 1 o 2 secondi, pertanto rapidissimo!

Bisogna anche considerare che l’ISS non sorvola sempre le stesse zone della Terra, pertanto non è visibile tutti i giorni dal cielo sopra casa.

Inoltre, posta una posizione fissa da Terra da cui fare l’osservazione, i passaggi visibili dell’ISS sul Sole non sono certamente frequenti e non sono uguali tra loro, ma possono essere più o meno buoni. Il principale parametro da considerare è la dimensione angolare dell’ISS. Misurata in arco secondi definisce quanto grande apparirà la stazione all'osservatore.

Oltre a tutto questo bisogna considerare il fattore meteo pronto a rovinare tutto.

Le variabili da considerare sono tante e c’è solo una soluzione: dotarsi dei giusti strumenti! Quali?

ISS Transit Finder Screenshot
[ISS Transit Finder Screenshot]

  • L’ottimo sito web transit-finder.com ci viene in aiuto identificando tutti i passaggi visibili dell’ISS dalla Terra , entro un determinato raggio di kilometri da casa o da una posizione da noi determinata. Oltre a questo ci fornisce l’esatto orario di transito regolato sul fuso orario di dove si esegue la ricerca, la sua durata, direzione e un rating in stelle di quanto il transito sarà buono come osservabilità. I passaggi dell’ISS più noti ed osservabili sono quelli sul disco del Sole o della Luna. Trovato il migliore transito dell’ISS visibile aiutati con la mappa per trovare il miglior punto per osservarlo.
 
  • Un orologio regolato con il satellite per avere la precisione al secondo, nel caso non ne hai uno scarica un’APP gratuita come DIGITAL CLOCK SHG2 per Android o nel caso cerca qualcosa di analogo su iOS.
 
  • Il giorno prima guarda il meteo!

STEP 2: COME FOTOGRAFARE il transito dell’ISS sul Sole?

Nikon Coolpix P900 + filtri ND & Polarizzatore
[Nikon Coolpix P900 + filtri ND & Polarizzatore]

Non esiste una risposta univoca. Puoi usare vari strumenti, come la tua reflex abbinata ad un telescopio o a un potente teleobiettivo e dotarli di un adeguato sistema di filtraggio della luce solare oppure fai come me. Usa una bridge superzoom, ovviamente sempre adeguatamente filtrata! :D I vantaggi di usare una simile fotocamera sono evidenti e si traducono in: Portabilità! Oltre al fatto che ti ritroverai tra le mani un teleobiettivo dalla lunghezza focale considerevole ad un prezzo più che abbordabile.

La NIKON COOLPIX P900 è stata la mia scelta. La reputo una fotocamera molto divertente e potente. Il suo telezoom arriva a 2000mm (equivalente al formato 35mm)! =O Inoltre le foto sono di buona qualità considerando che è equipaggiata solo di un piccolo sensore CMOS da 1/2,3". Ora è uscita la sua sostituta, la Nikon Coolpix P1000, con un telezoom ancora più potente, 3000mm! =O Ma grazie a questo la Nikon Coolpix P900 oggi la si può trovare ad un prezzo più che buono per iniziare a divertirsi un po’!

In merito al sistema di filtraggio ho usato una serie di filtri ND ed un polarizzatore circolare montati a cascata. Questo non è certo il sistema più economico e migliore da usare, ma lo reputo efficace per un’osservazione tramite display o tramite mirino elettronico. (Se osservi da mirino ottico, questo sistema è SCONSIGLIATO, cerca ed usa un sistema di filtraggio garantito al 100% per gli occhi!). Ad ogni modo i filtri da me usati sono B+W 110 ND 3.0 1000x (10stop) + Hoya Pro1 Digital ND8 (3stop) + B+W KSM Polarizzatore Circolare Slim adattati sulla fotocamera con uno Step-UP Ring.

Importante è anche avere un solido treppiede. Per quanto mi riguarda mi affido al mio Manfrotto 055 e una valida e precisa testa. Per questo non c’è miglior scelta che la testa a cremagliera 410 sempre by Manfrotto.

Tuttavia io ho ottenuto il mio risultato a mano libera (FOLLIA! =P) ma… purtroppo è stato a causa di forza maggiore!

Per l’attrezzatura fotografica necessaria, questo è tutto. Per quanto riguarda la ripresa del transito dell’ISS sul Sole la si può fare in 2 modi:
 
  • Usare lo scatto continuo in modalità alta velocità
 
  • Fare un video e poi estrarre I fotogrammi migliori
 
Io ho scelto il video per avere la certezza di riuscire ad immortalarla. Consiglio di usare qullo più con più alta risoluzione e numero di fotogrammi per secondo che la vostra fotocamera dispone. La mia aveva un buon 1080 50p.

STEP 3: ORA PROVA TU! Questo il mio racconto di com’è andata! ;D

Era da un po’ di tempo che avevo in mente di fotografare il transito dell’ISS sul Sole, ma o per i troppi impegni o per il tempo atmosferico avverso non riuscivo mai a farcela.

Finalmente scopro che verso metà Agosto ci sarebbe stato un transito dell’ISS ben visibile proprio sopra il cielo di casa. Transito che purtroppo perdo per una manciata di secondi…

Tuttavia non mi perdo d’animo e scopro che ci sarà un secondo transito, anche meglio visibile del primo, ma mi dovrò spostare di 35km da casa per vederlo bene. Ottimo, si fa!

Questa volta non volevo essere impreparato e ho valutato con il sito web transit-finder.com e Google Maps la migliore posizione. Per essere più sicuro, il giorno prima ho usato anche Stellarium e ho verificato, dopo aver inserito le coordinate, che in quel particolare luogo e in quel particolare momento il transito dell'ISS sul Sole fosse davvero lì !

Il giorno tanto atteso arriva, il tempo atmosferico è più che buono, navigatore impostato, attrezzatura fotografica pronta e si parte!

Tutto molto bello se non fosse che a causa del navigatore rischio di perdere anche questo transito. Infatti, benché partito prima per sicurezza, il navigatore mi fa fare tutta una strada strana, spacciandola per la più veloce e finisco su una strada chiusa con il transito consentito solo alle bici.

PANICO! Guardando la cartina mi invento io la strada alla meglio finché il navigatore si riprende.

Finalmente arrivo, ma non c’è tempo di montare tutto su treppiede e regolare la testa e qua la follia. Riprendere il transito dell’ISS sul Sole a circa 2000mm a mano libera!

Per essere più saldo mi appoggio alla mia auto, attivo lo stabilizzatore alla fotocamera, fortunatamente quello della Nikon Coolpix P900 è molto efficace e faccio una prima messa a fuoco. Per sicurezza decido di stare un po’ più largo, non so di preciso, ma attorno ai 1800mm.

Certo di aver ben messo a fuoco, passo al fuoco manuale per evitare cambi errati di messa a fuoco durante la ripresa.

Prendo il cellulare, guardo la APP DIGITAL CLOCK SHG2, ci siamo.

H 10.42, tra 49 secondi inizia il transito.

Inizio a registrare contando mentalmente i secondi.
 
Il tempo passa, di secondi ne conto oltre 100 per sicurezza, ma da mirino elettronico non ho visto nulla.
 
Temo il peggio. Chiudo la registrazione e riguardo con attenzione massima il video sullo schermino della P900: SUCCESSO!

E ora?
 
ORA PROVA TU!
 
Grazie per aver letto fin qua. Se ne hai piacere, fammi sapere nei commenti com’è andata o se ti è piaciuto questo post!
 
Inoltre, se lo desideri, non dimenticarti di iscriverti alla newsletter, resterai sempre aggiornato (1/2 e-mail al mese) e in futuro ci saranno contenuti utili ed esclusivi per i soli iscritti. Sarebbe bello che ci fossi anche tu! GRAZIE!


comments powered by Disqus
PhotoGear4Fun Logo

Tutti i contenuti, il design e il layout sono Copyright © 2018 PhotoGear4Fun.com Tutti i diritti riservati.
È vietata la riproduzione totale o parziale in qualsiasi forma o supporto senza specifica autorizzazione scritta.

Tutti i contenuti, il design e il layout sono Copyright © 2018 PhotoGear4Fun.com Tutti i diritti riservati.
È vietata la riproduzione totale o parziale in qualsiasi forma o supporto senza specifica autorizzazione scritta.

Tutti i contenuti, il design e il layout sono Copyright © 2018 PhotoGear4Fun.com Tutti i diritti riservati.
È vietata la riproduzione totale o parziale in qualsiasi forma o supporto senza specifica autorizzazione scritta.
Tutti i contenuti, il design e il layout sono Copyright © 2018 PhotoGear4Fun.com Tutti i diritti riservati.
È vietata la riproduzione totale o parziale in qualsiasi forma o supporto senza specifica autorizzazione scritta.
Torna ai contenuti